storia e giornalismo



Lumbroso e la questione del corpo di Napoleone

L'articolo, invece, del 27 luglio 1909 (53) sposta l'attenzione sulla singolare questione, aperta da poco tempo, che mette in dubbio la presenza del corpo di Napoleone Bonaparte nella sua semplice e granitica tomba. Prima di entrare nel vivo dell'argomento, il Lumbroso ricorda come e quando la salma era tornata in Francia "in mezzo a quel popolo tanto amato" come scrisse lo stesso Napoleone nel suo testamento, esprimendo il desiderio che il suo corpo fosse, un giorno, da S. Elena riportato a Parigi.

La riesumazione della tomba di Napoleone

A metà del 1819, l'imperatore si era ormai persuaso che il suo supplizio sarebbe durato quanto la sua vita stessa e aveva paura, per quanto la paura poco si accorda a questo intrepido personaggio, di vivere ancora molti anni fino a diventare l'ombra di sé stesso. Il Lumbroso trae, quindi, alcuni particolari interessanti dalle memorie del dott. Antommarchi su "Gli ultimi momenti di Napoleone" ; da questi si ricava che, quando fu riesumato nel 1840, il corpo di Napoleone fu tratto da tre casse, una di piombo, una di acajou e una di ferro bianco. Aperta l'ultima, i presenti videro il celebre "petit chapeau" tra le ginocchia dell'imperatore e i due vasi che contenevano il cuore e lo stomaco fra le due gambe ; il corpo posava su una spessa stoffa di seta ovattata ed era meravigliosamente conservato. Furono quindi richiuse subito le tre casse e fu collocata una quarta cassa di ebano, un sarcofago portato apposta dalla Francia a S. Elena, poi fu consegnata la chiave a M. de Chabot e fu scritto sopra il legno nero "Napoleone, imperatore e re, morto a S. Elena il 5 maggio 1821".

La questione sulla tomba di Napoleone

Nel 1909, tuttavia, uno studioso francese il Laumann, autore di un libro sul "Retour des cendres", basandosi sulle memorie dei reduci di S. Elena (Gourgaud, Montholon, Las Cases e l'abate Coquereau ), pose in dubbio la tesi fino ad allora sostenuta, che Napoleone potesse riposare nella cripta degli Invalidi. Egli sostenne che, non sulle sponde della Senna ma su quelle del Tamigi, riposasse il cuore dell'imperatore ma notizie più dettagliate sull'argomento, conclude il Lumbroso, dovevano ancora essere rivelate al momento della stesura dell'articolo.

Note:
53 - Articolo del 27 luglio 1909 - Dov'?il corpo di Napoleone ? (prime 2 col.) firmato A. Lumbroso.