storia e giornalismo



Storia risorgimentale

Tra gli altri articoli inerenti alla pubblicazione di fonti e documenti inediti sulla storia risorgimentale, ricordiamo quello del 10 dicembre 1908 (39), relativo alla pubblicazione di lettere di Carlo Alberto scritte durante il suo primo esilio in Toscana e quello del 23 febbraio 1911 (40) che, in riferimento ad una serie di lettere dirette al senatore Giuseppe Ferrigni, getta uno sguardo sulla situazione italiana nei primi anni dopo la proclamazione del Regno. La storia risorgimentale ? tuttavia, presente nella terza pagina de "Il Giornale d'Italia" anche sotto forma di recensione di libri e, tra i nume?rosi articoli apparsi nel corso di questo primo decennio, richiamiamo alla memoria : l'articolo del 23 luglio 1906 (41) sul volume "Il Risorgimento nazionale" di G. Bragagnolo ed Enrico Bettazzi; l'articolo del 7 dicembre 1906 (42) sugli studi di un giovane scrittore americano J. Nelson Gay ; l'articolo del 21 luglio 190743 sull'opera di Ernesto Masi (44), noto studioso; l'articolo del 22 agosto 1910 (45) sull'imminente pubblicazione delle "Memorie" del Conte Paolo Campello della Spina; l'articolo del 21 maggio 1905 (46) riguardo il volume su Mazzini di Giulio Pisa.

La storia risorgimentale italiana

Tra questi articoli soffermiamo l'attenzione su alcuni di particolare interesse storico, a partire da quello del 23 luglio 1906 in cui, come sottolinea Arturo Fo? appare evidente come il Risorgimento, più di ogni altro periodo, abbia offerto esempi di continuati e persistenti eroismi. "Si assistette allora - scrive il giornalista - alle sollevazioni improvvise di un'intera folla e a quei magnanimi plebisciti in cui ogni differenza di classe e ogni discordia di sentimenti scomparve ; ?per questo che tutti e, in particolare i giovani dovrebbero leggere e ricordare la storia del nostro riscatto. ?bene che si conoscano i nomi e le opere dei grandi scrittori ; l'epopea del Risorgimento non deve e non può vivere soltanto nei monumenti, nei nomi delle vie o in qualche canto di poeta." Dopo questa enfatica introduzione, Fo?si sofferma sul volume "Il Risorgimento Nazionale" di Giovanni Bragagnolo e Enrico Bettazzi (Torino, Giovanni Gallizio editore, 1906) di cui, proprio nel 1906, sarebbe uscita la seconda edizione e che aveva avuto il premio, del Reale Istituto Lombardo di Scienze e Lettere dopo essersi presto diffuso nelle famiglie e nelle scuole. Il volume comprende quel periodo di storia che va dall'anno 1815 alla morte di Vittorio Emanuele ma la maggior parte del racconto riguarda gli avvenimenti che portarono alla conquista di Roma ; la narrazione presenta un carattere di semplicità ed eleganza, e ogni episodio viene trattato ed esaminato per ravvivare ogni ombra e per essere proiettato lucidamente agli occhi del lettore.

La storia come arte : "Il Risorgimento Nazionale"

La storia, infatti secondo Fo? può da scienza divenire un'arte, quando lo storico rivela una speciale dote nel tratteggiare e nel colorire gli avvenimenti pur senza alterarne la veridicità e l'oggettività Inoltre la collaborazione ha, senza dubbio, favorito il risultato dell'opera ; Giovanni Bragagnolo gli ha conferito il suo acume di indagatore ed Enrico Bettazzi la sua migliore qualità di scrittore, nella bellezza della lingua e dello stile, nel fervore del contenuto, nella grazia della sua sensibilità così conclude l'articolo Fo?: "L'opera ?riuscita veramente alta e veramente degna, piena di voci eroiche e raggiante di sacre immagini, maestra di gagliarde imprese. Rinnovo, pertanto, l'augurio che essa si diffonda sempre più nelle famiglie e nelle scuole, portando ovunque la sua parola evocatrice ed incitatrice. E se qualche lettore adulto o giovane chiudendo con pianto commosso quelle pagine, far?voto di proporre a sé stesso l'alto esempio di uno degli avi, questo sar?per gli autori il premio più caro perché il solo desiderato e volu?to dal loro cuore di amorosi educatori e di nobili cittadini".

Note:
39 - Articolo del 10 dicembre 1908 - Lettere inedite di Carlo Alberto dal suo primo esilio al marchese della Marmora (prime 6 col.)
40 - Articolo del 23 febbraio 19011 - La turbinosa vita nei primi anni dopo la proclamazione del Regno (prime 3 col.) firmato F. Lo Parco.
41 - Articolo del 23 luglio 1906 - Il Risorgimento (prime 2 col.) firmato Arturo Fo?
42 - Articolo del 7 dicembre 1906 -"L'Italia e gli Stati Uniti agli albori del Risorgimento (prime 2
col.) firmato A.d'Ancona.
43 - Articolo del 21 luglio 1907 - Una bibliografia della storia del Risorgimento italiano (prime 3
col.) firmato A.d'Ancona.
44 - Ernesto Masi (Bologna, 1837 - Firenze, 1908) scrittore che fu funzionario del ministero dell'Istruzione e provveditore agli studi. Fu celebrato conferenziere e lasciù molte opere di storia letteraria, politica e del costume tra cui ricordiamo : Matteo Bandello o vita italiana in un novellie?re del Cinquecento ; Parrucche e sanculotti ; I tempi e la satira di G.Giusti ; Le due mogli di Napo-leone I ; Nell'Ottocento : idee e figure.
45 - Articolo del 22 agosto 1910 - Roma durante la 2a guerra d'indipendenza (prime 4 col.) firmato Adolfo Simonetti.
46 - Articolo del 21 maggio 1905 - Il parlamento delle religioni e G.Mazzini in un libro postumo di Giulio Pisa (prime 3 col.).