storia e giornalismo



La rivista delle riviste

L'altra notevole e interessante rubrica messa a confronto, ?quella presentata da Enrico Monnosi con il titolo "Rivista delle riviste italiane e straniere - Arte, scienza, politica, viaggi e varietà presente nella terza pagina de "Il Giornale d'Italia" dal 1905 al 1909 con una cadenza settimanale fissata al marted? Tale rubrica, riflette quello spirito di collaborazione tra giornalismo e letteratura che, nel primo '900, d?vita a numerose riviste di grande rilievo. In un intreccio di tendenze contraddittorie, le nuove generazioni di intellettuali appaiono, infatti, dominate da una forte tensione critica che mira a trasformare e a rovesciare i caratteri della realtà contemporanea; balzano così in primo piano, la critica e la saggistica che cercano di misurarsi con la situazione, le occasioni e le tendenze del presente. Ideologia, critica e politica si intrecciano strettamente e, la stessa riflessione sulla letteratura, si integra in un fermento intellettuale che trova ampio sfogo nelle riviste, luogo in cui si confrontano tendenze, prospettive, schieramenti. La grande abilità del Monnosi consiste proprio nella capacità di interpretare il clima culturale contemporaneo e, dopo un lavoro di lunga e paziente ricerca, osservazione e approfondimento, di offrire al vasto pubblico la possibilità di penetrare nel mondo giornalistico nazionale e internazionale, così da non rimanere spettatore passivo di una cultura in rapida trasformazione. La rubrica passa in rassegna le più prestigiose riviste italiane e straniere, affrontando temi accuratamente selezionati che variano dalla politica alla cultura, dall'arte alla scienza, dai viaggi allo spettacolo.

La rivista : politica, ideologia, letteratura e spettacolo

Il primo articolo ad essa inerente esce il 6 giugno 1905 ed ?preceduto da una ricca presentazione di Bergamini da cui estrapoliamo l'ultima parte che ne rivela in modo chiaro ed esplicito l'impostazione e la collocazione all'interno della pagina culturale del quotidiano: "Le riviste che si pubblicano sono molte: e non ?cosa agevole leggerle come, non a tutti, ?possibile anche per ragioni economiche, averle. Un grande giornale quotidiano deve, ad avviso nostro, fare ogni sforzo, per essere utile ai suoi lettori in ogni applicazione della vita moderna e dell' energia intellettuale; onde abbiamo pensato di introdurre questa rubrica nuova finora nel giornalismo quotidiano, in cui sia riassunto con rapida sintesi, ciù che di più notevole si pubblica nelle riviste di tutto il mondo. Per la grande massa del pubblico baster?la sobria esposizione del concetto informatore degli articoli delle riviste, a dare un'idea dei problemi che via via, sorgono e delle varie tendenze intese a risolverli; per coloro che possano avere più diretto interesse allo studio di uno speciale problema, la rubrica nostra, servir?come segnalazione : per tutti sar?una maniera di conoscere, di studiare, di discutere con sicuro beneficio intellettuale. ?una rubrica, ripetiamo, finora nuova, nel giornalismo politico. Noi ci proponiamo di curarla con la maggiore attenzione e di pubblicarla regolarmente ogni settimana".

Le riviste culturali

A queste parole senz'altro molto indicative, segue il primo numero (277) della rubrica con l'illustrazione di articoli, di diversa natura, tratti da alcune riviste di primo piano nel panorama giornalistico. Di essi ricordiamo l' articolo di Giuseppe Ribet tratto dalla "Nouvelle Revue" sul tema dell'imperialismo degli Stati Uniti, inteso come indirizzo politico tipico delle grandi potenze del nuovo secolo e fortemente sollecitato dal crescente sviluppo tecnologico - industriale; la tendenza al conseguimento di un egemonico predominio economico sulle altre nazioni ? forse, più efficace ma anche più terribile di quello politico e, Ribet espone la portata e il pericolo di questa ideologia di sopraffazione, in pochissime cifre.

Note:
277 - Articolo del 6 giugno 1905 - RIVISTA DELLE RIVISTE ITALIANE E STRANIERE - ARTE, SCIENZA, POLITICA,
VIAGGI E VARIETA' - "Nouvelle Revue" - "Revue Socialiste" ( prime 3 col ) firmato Enrico Monnosi.