storia e giornalismo



Il generale Federico Torre esempio di patriottismo risorgimentale

L'articolo, invece, del 7 dicembre 1910 (49), si riferisce alla ricorrenza del 18? anniversario della morte del generale Federico Torre (50) che fu ardito pioniere dell'idea nazionale e cooperatore assiduo del patrio Risorgimento. così lo descrive G. Memmoli nell'articolo in questione : "Soldato, ingegnere, filologo, scienziato, latinista, cospiratore, critico d'arte, giornalista tenace in tempi nei quali dare alla luce un numero di giornale significava vincere una battaglia, deputato in due parlamenti, partecipe al governo e alla repubblica romana e storiografo delle sue gesta, cultore di statistiche e di scienze matematiche, Federico Torre appartenne a quel gruppo di uomini gloriosi che, per l'alto ideale della patria, abbandonavano i classici antichi e correvano al campo di battaglia e poi, deposte le armi ritornavano, instancabili, allo studio, al lavoro, alle cospirazioni".

L'ideale di patria nel Risorgimento

L'articolo ripercorre sommariamente le fasi essenziali della sua esistenza e poi si sofferma su alcuni particolari interessanti. Memmoli riporta, anche, direttamente la parole scritte da un compagno di cospirazioni e di esilio del Torre, Nicola Nisco che così aveva definito l'amico : " Egli fu uno di quegli uomini rarissimi che non mutano bandiera con il variare dei venti, in questi tempi caduti nell'amorale infermità di vivere, per voltare ogni cosa divina ed umana a beneficio proprio, definita dal Machiavelli, la corruttela italiana. Ricordo sempre quando Federico Torre calmo si alz?per dichiarare al ministro della guerra di votargli contro e di dare le sue dimissioni da direttore generale. Mai egli antepose il favore alla giustizia, mai l'ingratitudine lo offese".

Gli ideali del patriottismo risorgimentale

Torre, insomma, viene descritto in questo articolo, come un uomo estremamente ligio al dovere che lottà per gli alti ideali della patria e che tenne, sempre, in considerazione gli obiettivi politici che animarono la sua vita al di sopra di ogni altra passione.
Il documento, quale testimonianza di interesse storico, e la recensione di libri, come ?emerso in queste pagine, hanno nella terza pagina de "Il Giornale d'Italia", un valore fondamentale nella ricostruzione della vicenda risorgimentale a cui ?riservato un grande spazio.

Note:
49 - Articolo del 7 dicembre 1910 -Figure del Risorgimento nazionale - Federico Torre (prime 3 col.) firmato G.Memmoli.
50 - Federico Torre ( Benevento, 1815 - Roma, 1892 ) generale che prese parte come ufficiale alla guerra d'indipendenza nel Veneto. Dopo essere emigrato in altri paesi, fu chiamato a Torino dal generale Fanti che gli diede l'incarico del reclutamento dell'esercito e dell'introduzione della leva in tutte le regioni d'Italia. Tenne tale incarico per trent'anni, giungendo al grado di tenente genera-le. Interessanti le sue Memorie storiche dell'intervento francese in Roma nel 1849.