storia e giornalismo



Rapporto tra spiritismo, scienza e Chiesa

Se fino al 1902 il fenomeno dello spiritismo ?presente nella terza pagina con una certa continuità e assiduità negli anni successivi subisce una forte riduzione di interesse, almeno fino al 1905 quando appare un nuovo articolo (172), molto interessante dove si alternano le opinioni del dott. Caselli e del dott. Romanelli; le considerazioni dei due scienziati rappresenta la più valida testimonianza del tentativo di rivestire gli avvenimenti medianici di una credibilità e attendibilità tali da contrastare le numerose critiche e le dure condanne. La reazione della Chiesa cattolica era stata infatti durissima, ma all'interno del mondo dei credenti, si era creata una divisione tra coloro che avevano respinto fermamente il fenomeno nella sua complessità seguendo le direttive delle gerarchie e coloro che, invece, avevano mostrato una maggiore apertura e si erano rivelati più tolleranti nei confronti della possibilità di nuove prospettive e nuove interpretazioni.

Ipnotismo, spiritismo e Chiesa

Era questo il caso di uno scrittore come Fogazzaro, citato precedentemente, e di una singolare personalità quale il dott. Giuseppe Lapponi, archiatra di Leone XIII e di Pio X, come emerge dall'articolo del 4 dicembre 1906 (173) in riferimento al volume, pubblicato in quei giorni, dal titolo "Ipnotismo e spiritismo, studio medico ? critico" edito da Descl?, Lefebvre e C. Il volume rappresentava una raccolta di episodi spiritici, descritti dettagliatamente dall'autore che, sincero cattolico, tentava di conciliare la scienza con la fede e di avvalorare con la sua testimonianza l'attendibilità delle sedute medianiche a cui egli stesso aveva assistito. Il rapporto dello spiritismo con la scienza resta, comunque, il punto centrale nell'ambito del dibattito che segue l'evoluzione del fenomeno e significativo al riguardo risulta l'articolo dell'8 agosto 1906 (174) in cui G. Gabrielli commenta il telegramma che era apparso, in quei giorni, su alcuni giornali americani con il titolo "Il trionfo dello spiritismo".

Scienza e spiritismo : fenomeni spiritici

Il telegramma riportava i risultati degli esperimenti spiritici effettuati in America in presenza di una commissione di fisici stranieri (tra cui ricordiamo il prof. Reichel di Lipsia, il prof. Braunvalder, il prof. Van Der Naillen ) che, benché assolutamente scettica al riguardo, era stata costretta ad ammettere l'assoluta validità degli esperimenti esaminati. Negli stessi giorni, tuttavia, era stato reso noto il verbale della Commissione nominata dalla Facoltà di Scienze Fisiche dell'Università di Pietroburgo per l'esame dei cosiddetti fenomeni spiritici; il verbale acquistava grande credito in quanto non era stato n?smentito n?confermato da nessun medium e da nessun spiritista e riportava i risultati di dodici mesi di indagini scrupolose e assolutamente imparziali, condotte dalla Commissione.

Esperimenti paranormali e scienza

Le conclusioni riportate sul verbale negavano ogni veridicità ai poteri definiti "paranormali" dei medium e condannavano gli scienziati che si erano lasciati attrarre dalla suggestione suscitata dal fenomeno, arrivando a definirli addirittura come "dilettanti passivi di spettacolo". Insomma, gli esiti della Commissione russa avevano tolto ogni valore effettivo agli episodi spiritici e avevano concluso che i fenomeni attribuiti ai "medium", altro non erano che l'effetto di frodi o inganni. Queste valutazioni negative da parte del mondo scientifico non determinarono, tuttavia, un calo di interesse dell'opinione pubblica nei confronti del fenomeno che continu?ad esercitare ancora una forte attrattiva ; alcuni mesi dopo, infatti, Enrico Corradini pubblica sulla terza pagina un articolo (175) in cui commenta il grande interesse riscosso dagli episodi spiritici negli ultimi giorni e le diverse reazioni di ognuno.

Note:
172 - Articolo del 13 dicembre 1905 - I fantasmi del prof. Richet - Polemica (1a col.) firmato dott.
Carlo Caselli - Che c'?di vero nello spiritismo ? (2a col.) firmato dott. Pietro Romanelli.
173 - Articolo del 4 dicembre 1906 - Il medico del papa e lo spiritismo (manifestazioni d'oltretomba) 8 prime 2 col. della 3a pg.) firmato Eugenio Checchi.
174 - Articolo dell'8 agosto 1906 - La spiegazione dello spiritismo secondo un Congresso di scienziati (prime 3 col della 3a pg.) firmato Gabriele Gabrielli.
175 - Articolo del 27 gennaio 1907 - Lo spiritismo (prime 2 col.) firmato Enrico Corradini.