storia e giornalismo



Episodi e fenomeni spiritici

Mentre gli episodi spiritici continuavano a sorprendere e a impressionare, la scienza portava avanti le sue ricerche basate su osservazioni dirette e, in riferimento agli ultimi avvenimenti di Ancona e di Catanzaro, l'articolo del 9 gennaio 1908 (176) riporta i giudizi di alcuni noti scienziati che avevano rimesso in discussione i risultati della Commissione russa e, sebbene non fossero stati in grado di fornire una spiegazione oggettiva e risolutiva, avevano lasciato di nuovo in sospeso la questione del dubbio. Sulla scia di questi nuovi approcci interessante si rivela l'articolo del 14 marzo 1908 (177) in cui viene pubblicata una parte della comunicazione sullo spiritismo fatta alla "Psychical Society" di Londra da Sir O. Lodge, rettore dell'Università di Birmingham e professore di fisica in quello stesso ateneo, comunicazione che era apparsa sul fascicolo del 7 marzo degli "Annals of psychical Science". Il Lodge aveva sostanzialmente sostenuto la possibilità concreta di stabilire con i defunti una corrispondenza regolare e continua, avvalorando così la natura dei fenomeni spiritici e il Monnosi che, nella seconda parte dell'articolo commenta queste affermazioni, rimane profondamente colpito dal fatto che uno scienziato di così grande portata fosse giunto a tali conclusioni.

Psicologia e spiritismo : fenomeni spiritici

Nell'articolo del 27 maggio 1908 (178), invece, E. Monnosi si sofferma sulla recente pubblicazione del volume "Psicologia e spiritismo" (edizioni Bocca ) del Enrico Morselli intorno ai fenomeni e ai misteri dello spiritismo; l'autore nella prefazione aveva anticipato che le conclusioni a cui era giunto avrebbero scontentato i positivisti senza appagare gli spiritisti perché esse ammettevano l'esistenza dei fenomeni spiritici ma rifiutavano l'origine soprannaturale degli stessi. In realtà sottolinea il Monnosi, questo aspetto non veniva chiarito nelle mille pagine che componevano il volume, in cui il Morselli dava prova di grande scrittore e narratore, proponendo e descrivendo dettagliatamente un numero impressionante di episodi spiritici vissuti direttamente e osservati personalmente ma appariva piuttosto contraddittorio sulle spiegazioni scientifiche e oggettive dei fenomeni.

Interpretazione dei fenomeni spiritici

Il giornalista ritorna sull'argomento nell'articolo del 19 luglio 1908 (179) dove riporta alcune parti dell'articolo del prof. Cesare Lombroso pubblicato sull'ultimo fascicolo di "Luce e Ombra", in cui veniva messa in risalto la discrepanza tra i fatti che il prof. Morselli affermava di aver constatato personalmente e le deduzioni che ne traeva quando in pratica concludeva ammettendo di non credere allo spiritismo.

Note:
176 - Articolo del 9 gennaio 1908 - Nel mondo degli spiriti e dei misteri - I fenomeni di Ancona e di Catanzaro (prime 2 col.) firmato E. Monnosi.
177 - Articolo del 14 marzo 1908 - Una strabiliante comunicazione sullo spiritismo fatta da Sir O.
Lodge alla "Psychichal Society" di Londra (prime 2 col.)
178 - Articolo del 27 maggio 1908 - Enrico Morselli e i misteri medianici (prime 3 col.) firmato E.
Monnosi.
179 - Articolo del 19 luglio 1908 -Le meraviglie dello spiritismo (prime 3 col.) firmato E. Monnosi.